Il murales "Vite in polvere - La droga ti fotte" dei ragazzi dell'Istituto Bodoni Paravia


Il murales realizzato dagli studenti dell’Istituto Bodoni Paravia, rappresenta la tappa finale di un progetto sul disagio giovanile, curato da Legal@rte, con il contributo della 6^ circoscrizione della città di Torino, per la sensibilizzazione al tema della dipendenza da sostanze stupefacenti.


Presente all’evento Angelo Langè, poliziotto della Sezione Antidroga della Squadra Mobile di Milano, autore del libro “Vite in polvere”, che all’inizio dell’anno scolastico ha incontra...to i ragazzi delle classi seconde. Langè, da anni gira di notte le strade della città di Milano per “ingabbiare” i pusher. E’ un poliziotto sui generis che ha ispirato anche un film “Sbirri” di Raul Bova, look da graffitaro, perché è anche un bravissimo writer; si avvicina ai ragazzi senza salire in “cattedra”: uno di quegli “Eroi positivi” nei quali i ragazzi hanno bisogno di credere.
Il murales "Vite in polvere-la droga ti fotte" vuol essere un’azione di arte partecipata, che trasforma il gesto dell’uso della bomboletta spray dalla ribellione, alla denuncia sociale, segno di legalità.
Questo infatti è il messaggio che l’opera si propone di veicolare: l’espressione di sé stessi attraverso una creatività che respinga la felicità effimera della droga e orienti al rispetto della persona e della comunità. Un segno che rimanere nel tempo e rende i ragazzi artefici di un'azione che crea un miglioramento estetico della struttura scolastica generando quel senso d'appartenenza che crea identificazione in un “NOI” facendo uscire dall’isolamento.

La Mission

Il nostro intento è promuovere la cultura della legalità e della solidarietà sociale e difendere il principio della legalità, visto come valore universalmente condiviso, spesso oggetto di violazioni che generano disagio sociale e inquietudine soprattutto nei giovani.

Leggi tutto